Noi e la stipsi

Noi esseri umani abbiamo grandi aspettative dai nostri intestini ma la realtà è spesso diversa perché il nostro intestino non funziona sempre come vorremmo: gonfiore, diarrea e stipsi ci affliggono spesso . A differenza di molti altri problemi, la stipsi viene affrontata solitamente con vergogna.

Il nostro corpo e la stipsiQuante volte un uomo svuota il proprio intestino in una giornata? Una media ponderata individua in circa tre volte alla settimana. Vi è sicuramente un problema al nostro apparato digestivo se andiamo per oltre due mesi meno di volte alla settimana in bagno. Al primo accenno di stipsi molte persone assumono senza coscienza molte dosi di lassativi creando rossore e bruciore al nostro stomaco. Nel lungo periodo l’assunzione di lassativi crea una vera e propria dipendenza sia fisica che psicologica. Meglio quindi utilizzare le armi che la natura ci propone come alimenti ricchi di fibre (frutta, verdura e cereali integrali) e molti liquidi.

Ecco il motivo per cui le fibre aiutano ad evacuare il nostro intestino e a prevenire la stipsi: le fibre gonfiano con acqua le fibre degli alimenti. Questo a sua volta stimola il movimento intestinale che spinge il chimo. Lo stesso effetto positivo si ha anche quando si svolge un regolare e costante esercizio fisico. Una visita dal proprio medico curante è consigliato se il blocco digestivo è doloroso e dura molte settimane senza un vero motivo apparente. Questo potrebbe molto probabilmente essere la causa di un restringimento o occlusione intestinale.

Quale è la situazione contraria della stipsi: naturalmente la diarrea, una condizione secondo la quale vi sono più di tre evacuazioni al giorno e fino gli escrementi consistono in una forma liquida. Anche quest’ultima può divenire una condizione patologica se viene trascurata per lunghi periodi.
Per concludere comunque possiamo definire la stipsi una problematica di salute e non una vera e propria patologia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *